INTRODUZIONE: Le infezioni correlate all’assistenza (ICA) rappresentano un problema prioritario in termini di qualità dell’assistenza e sicurezza del paziente e la loro sorveglianza e prevenzione devono costituire una priorità nei contesti sanitari. In Europa la prevalenza in ospedale dei pazienti affetti da ICA varia tra 4,6 e 9,3%; la mortalità ad esse correlata è stimata essere 1%, pari a 50.000 morti ogni anno, ma le ICPA contribuiscono al decesso in almeno il 2,7% dei casi (135.000 morti per anno). In tale contesto, l’accreditamento istituzionale rappresenta un potente strumento per promuovere la sicurezza dei pazienti in quanto può obbligare le struttura ad adottare specifiche pratiche. L’accreditamento degli ospedali, in particolare, può essere un veicolo estremamente importante di cambiamenti per migliorare il profilo di sicurezza dei pazienti. Uno degli aspetti centrali di tale ambito è rappresentato dalla prevenzione e dal controllo delle ICA. Il presente studio si propone di individuare un set di requisiti minimi con l’identificazione di indicatori di processo e di esito, in riferimento alla sicurezza del paziente e, specificamente, alla prevenzione delle ICA, ai fini della qualificazione dei servizi sanitari ospedalieri da proporre ai Sistemi regolatori nazionali e regionali ai fini dell’accreditamento istituzionale. Al fine di superare la focalizzazione su una mera valutazione di processo, tipico dei processi di certificazione, si vuole valutare la possibilità dell’introduzione di indicatori di esito relativi alla sorveglianza delle infezioni del sito chirurgico (in particolare in interventi di artroprotesi) e delle infezioni del torrente ematico nelle Unità di Terapia Intensiva (UTI). MATERIALI E METODI: E’ stata condotta una revisione dei criteri di Accreditamento internazionale sulla prevenzione delle ICPA mediante analisi dei sistemi di Accreditamento di Stati Uniti, Danimarca, Olanda, Regione Catalana, Francia, Regno Unito, Australia, Canada e Germania. Si è proceduto alla revisione dei requisiti standard per la prevenzione delle ICA nella documentazione dei manuali di accreditamento delle Regioni Italiane e della proposta AGENAS che ha individuato fattori/criteri di qualità delle organizzazioni sanitarie da condividere nei sistemi di autorizzazione/accreditamento delle Regioni e da adottare a livello nazionale, come elementi di garanzia del sistema delle cure, nonché della revisione dei criteri/requisiti proposti a livello nazionale nel DDL “Definizione di standard dell’assistenza ospedaliera 2012”. E’ stata condotta infine una revisione della letteratura internazionale sulla identificazione di standard, raccomandazioni ed indicatori per valutare il controlli delle ICA. Si è quindi proceduto alla stesura di griglie, redatte secondo metodologia comparativa delle normative internazionali e nazionali relative ai sistemi di Accreditamento istituzionale per la parte riferita alla prevenzione delle ICPA. La revisione effettuata ha consentito di individuare i principali criteri presenti nei modelli di Accreditamento internazionali e gli indicatori relativi ai due specifici ambiti individuati (infezioni del sito chirurgico e del torrente ematico associate a dispositivi (in particolare a cateteri vascolari nelle UTI). Nei mesi di giugno-settembre verrà condotto un progetto pilota su alcuni centri della rete GISIO-Siti (minimo quattro), per verificare l’applicabilità dei criteri/requisiti e del monitoraggio degli indicatori attraverso un sistema di sorveglianza attiva prospettica, ciò anche al fine di definire uno standard di riferimento su cui valutare la performance (in tale fase il monitoraggio degli indicatori delle infezioni potrà riferirsi a dati retrospettivi). E’ stato predisposto uno specifico database di caricamento ed i dati verranno analizzati attraverso una pesatura dei criteri/requisiti e degli indicatori proposti. RISULTATI: Dall’analisi dei sistemi di accreditamento internazionali e italiani sono stati identificati 90 criteri-requisiti/standard di riferimento. Sono stati inoltre identificati tre indicatori di esito da proporre per la sorveglianza delle ICA: tasso di incidenza infezione del sito chirurgico in interventi di artroprotesi, tasso di incidenza di infezione del torrente ematico associate a catetere venoso centrale (solo per UTI), prevalenza puntuale di ICA in ospedali per acuti. CONCLUSIONI: Il presente studio attraverso una ampia revisione dei modelli internazionali e regionali di accreditamento e della letteratura scientifica del settore ha definito un modello di riferimento funzionale per identificare i principali criteri/standard minimi per il controllo e la prevenzione delle ICA e per la definizione di indicatori di processo e di esito da proporre per i sistemi di accreditamento istituzionale.

INDIVIDUAZIONE DI CRITERI ED INDICATORI DI PATIENT SAFETY RELATIVI ALLA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALLE PRATICHE ASSISTENZIALI IN OSPEDALE AI FINI DELL’ACCREDITAMENTO

TARDIVO, Stefano;Bocchi, Mariangela;ZERMAN, Tamara;MAJORI, Silvia;
2014

Abstract

INTRODUZIONE: Le infezioni correlate all’assistenza (ICA) rappresentano un problema prioritario in termini di qualità dell’assistenza e sicurezza del paziente e la loro sorveglianza e prevenzione devono costituire una priorità nei contesti sanitari. In Europa la prevalenza in ospedale dei pazienti affetti da ICA varia tra 4,6 e 9,3%; la mortalità ad esse correlata è stimata essere 1%, pari a 50.000 morti ogni anno, ma le ICPA contribuiscono al decesso in almeno il 2,7% dei casi (135.000 morti per anno). In tale contesto, l’accreditamento istituzionale rappresenta un potente strumento per promuovere la sicurezza dei pazienti in quanto può obbligare le struttura ad adottare specifiche pratiche. L’accreditamento degli ospedali, in particolare, può essere un veicolo estremamente importante di cambiamenti per migliorare il profilo di sicurezza dei pazienti. Uno degli aspetti centrali di tale ambito è rappresentato dalla prevenzione e dal controllo delle ICA. Il presente studio si propone di individuare un set di requisiti minimi con l’identificazione di indicatori di processo e di esito, in riferimento alla sicurezza del paziente e, specificamente, alla prevenzione delle ICA, ai fini della qualificazione dei servizi sanitari ospedalieri da proporre ai Sistemi regolatori nazionali e regionali ai fini dell’accreditamento istituzionale. Al fine di superare la focalizzazione su una mera valutazione di processo, tipico dei processi di certificazione, si vuole valutare la possibilità dell’introduzione di indicatori di esito relativi alla sorveglianza delle infezioni del sito chirurgico (in particolare in interventi di artroprotesi) e delle infezioni del torrente ematico nelle Unità di Terapia Intensiva (UTI). MATERIALI E METODI: E’ stata condotta una revisione dei criteri di Accreditamento internazionale sulla prevenzione delle ICPA mediante analisi dei sistemi di Accreditamento di Stati Uniti, Danimarca, Olanda, Regione Catalana, Francia, Regno Unito, Australia, Canada e Germania. Si è proceduto alla revisione dei requisiti standard per la prevenzione delle ICA nella documentazione dei manuali di accreditamento delle Regioni Italiane e della proposta AGENAS che ha individuato fattori/criteri di qualità delle organizzazioni sanitarie da condividere nei sistemi di autorizzazione/accreditamento delle Regioni e da adottare a livello nazionale, come elementi di garanzia del sistema delle cure, nonché della revisione dei criteri/requisiti proposti a livello nazionale nel DDL “Definizione di standard dell’assistenza ospedaliera 2012”. E’ stata condotta infine una revisione della letteratura internazionale sulla identificazione di standard, raccomandazioni ed indicatori per valutare il controlli delle ICA. Si è quindi proceduto alla stesura di griglie, redatte secondo metodologia comparativa delle normative internazionali e nazionali relative ai sistemi di Accreditamento istituzionale per la parte riferita alla prevenzione delle ICPA. La revisione effettuata ha consentito di individuare i principali criteri presenti nei modelli di Accreditamento internazionali e gli indicatori relativi ai due specifici ambiti individuati (infezioni del sito chirurgico e del torrente ematico associate a dispositivi (in particolare a cateteri vascolari nelle UTI). Nei mesi di giugno-settembre verrà condotto un progetto pilota su alcuni centri della rete GISIO-Siti (minimo quattro), per verificare l’applicabilità dei criteri/requisiti e del monitoraggio degli indicatori attraverso un sistema di sorveglianza attiva prospettica, ciò anche al fine di definire uno standard di riferimento su cui valutare la performance (in tale fase il monitoraggio degli indicatori delle infezioni potrà riferirsi a dati retrospettivi). E’ stato predisposto uno specifico database di caricamento ed i dati verranno analizzati attraverso una pesatura dei criteri/requisiti e degli indicatori proposti. RISULTATI: Dall’analisi dei sistemi di accreditamento internazionali e italiani sono stati identificati 90 criteri-requisiti/standard di riferimento. Sono stati inoltre identificati tre indicatori di esito da proporre per la sorveglianza delle ICA: tasso di incidenza infezione del sito chirurgico in interventi di artroprotesi, tasso di incidenza di infezione del torrente ematico associate a catetere venoso centrale (solo per UTI), prevalenza puntuale di ICA in ospedali per acuti. CONCLUSIONI: Il presente studio attraverso una ampia revisione dei modelli internazionali e regionali di accreditamento e della letteratura scientifica del settore ha definito un modello di riferimento funzionale per identificare i principali criteri/standard minimi per il controllo e la prevenzione delle ICA e per la definizione di indicatori di processo e di esito da proporre per i sistemi di accreditamento istituzionale.
Patient safety; prevenzione; ICPA
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/872614
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact