"Trappole cognitive" e valutazione degli investimenti indutriali: primi spunti di riflessione