Obiettivo dello studio è indagare le modificazioni delle funzioni linguistiche e cognitive in soggetti con Malattia di Alzheimer (AD) dopo stimolazione anodica con tDCS real o sham a carico della corteccia prefrontale dorsolaterale sinistra. Sono stati arruolati tre pazienti, di cui due con AD di grado lieve (soggetto 1: MMSE= 24/30; Soggetto 2: MMSE=23,8/30) e uno con AD di grado moderato (Soggetto 3: MMSE=15/30) che hanno effettuato sia sessione di stimolazione tDCS real sia sham, distanziate tra loro di almeno 48 ore. Prima, durante e a distanza di 48 ore dal termine della stimolazione i pazienti sono stati valutati con il test di BADA, Digit Span, Rivermead Behavioral Memory Test, Test delle Matrici Attentive e Fluenza Verbale Fonemica. I risultati mostrano come la metodica tDCS real si sia dimostrata più efficace nel migliorare le funzioni linguistiche nel soggetto con AD moderato rispetto ai pazienti con AD di grado lieve

EFFETTI DELLA STIMOLAZIONE TRANSCRANICA A CORRENTE DIRETTA (TDCS) SUL LINGUAGGIO E SUI DISTURBI COGNITIVI IN PAZIENTI CON MALATTIA DI ALZHEIMER: STUDIO PILOTA.

Verzini, Elisabetta;Fonte, Cristina;GANDOLFI, MariaLuisa;VARALTA, Valentina;PICELLI, Alessandro;SMANIA, Nicola
2013

Abstract

Obiettivo dello studio è indagare le modificazioni delle funzioni linguistiche e cognitive in soggetti con Malattia di Alzheimer (AD) dopo stimolazione anodica con tDCS real o sham a carico della corteccia prefrontale dorsolaterale sinistra. Sono stati arruolati tre pazienti, di cui due con AD di grado lieve (soggetto 1: MMSE= 24/30; Soggetto 2: MMSE=23,8/30) e uno con AD di grado moderato (Soggetto 3: MMSE=15/30) che hanno effettuato sia sessione di stimolazione tDCS real sia sham, distanziate tra loro di almeno 48 ore. Prima, durante e a distanza di 48 ore dal termine della stimolazione i pazienti sono stati valutati con il test di BADA, Digit Span, Rivermead Behavioral Memory Test, Test delle Matrici Attentive e Fluenza Verbale Fonemica. I risultati mostrano come la metodica tDCS real si sia dimostrata più efficace nel migliorare le funzioni linguistiche nel soggetto con AD moderato rispetto ai pazienti con AD di grado lieve
Alzheimer, stimolazione cerebrale, riabilitazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/953841
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact