Il commento esamina la sentenza della Corte di giustizia del 22 maggio 2014, causa C-539/12, Lock c. British Gas Trading Ltd, relativa ad un rinvio pregiudiziale sull'interpretazione dell'art. 7, par. 1, della direttiva 2003/88/CE sull'orario di lavoro. La Corte ha stabilito che nel caso di un lavoratore che percepisce una retribuzione ordinaria composta da uno stipendio di base e una provvigione calcolata sulle vendite realizzate, la retribuzione feriale deve essere determinata sulla base di entrambe le componenti.

Per la Corte di giustizia nel calcolo della retribuzione feriale vanno computate le provvigioni

Danieli, Diletta
2014-01-01

Abstract

Il commento esamina la sentenza della Corte di giustizia del 22 maggio 2014, causa C-539/12, Lock c. British Gas Trading Ltd, relativa ad un rinvio pregiudiziale sull'interpretazione dell'art. 7, par. 1, della direttiva 2003/88/CE sull'orario di lavoro. La Corte ha stabilito che nel caso di un lavoratore che percepisce una retribuzione ordinaria composta da uno stipendio di base e una provvigione calcolata sulle vendite realizzate, la retribuzione feriale deve essere determinata sulla base di entrambe le componenti.
Ferie - Direttiva 2003/88/CE - Retribuzione ordinaria composta da uno stipendio di basee da una provvigione - Retribuzione feriale - Criteri di calcolo - Riferimentoesclusivo allo stipendio di base - Contrasta con la direttiva
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/935765
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact