Nota a Corte cost., 21 maggio 2014, n. 135, che ha dichiarato l'incostituzionalità delle norme che regolano il procedimento per l'applicazione delle misure di sicurezza (artt. 666 comma 3, 678 comma 1 e 679 comma 1 c.p.p.), nella parte in cui non consentono che, su istanza degli interessati, il procedimento si svolga, davanti al magistrato di sorveglianza e al tribunale di sorveglianza, nelle forme dell'udienza pubblica.

Applicazione delle misure di sicurezza innanzi al giudice di sorveglianza: una declaratoria di incostituzionalità “convenzionale” imposta dal principio di pubblicità dei procedimenti giudiziari

LORENZETTO, Elisa
2014-01-01

Abstract

Nota a Corte cost., 21 maggio 2014, n. 135, che ha dichiarato l'incostituzionalità delle norme che regolano il procedimento per l'applicazione delle misure di sicurezza (artt. 666 comma 3, 678 comma 1 e 679 comma 1 c.p.p.), nella parte in cui non consentono che, su istanza degli interessati, il procedimento si svolga, davanti al magistrato di sorveglianza e al tribunale di sorveglianza, nelle forme dell'udienza pubblica.
misure di sicurezza; giudice di sorveglianza; principio di pubblicità
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/876994
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact