Giovanni Segala, la committenza dei Widmann e il rinnovamento della pittura veneziana ai tempi di Sebastiano Ricci