Il Fraeuleinwunder e il debutto di Juli Zeh sulla scena letteraria tedesca