La "damnatio memoriae" di Lombroso non solo non si giustifica, se solo se ne (ri)valuta criticamente l'opera, ma appare per se stessa del tutto incongrua - quale taccia di "disumanità" - a fronte della "buona stampa" di cui gode il classicismo penale, contraddistinto da una attitudine altrettanto razionalistica che quella della Scuola Positiva.

Il caso Lombroso - II

VELO DALBRENTA, Daniele
2010

Abstract

La "damnatio memoriae" di Lombroso non solo non si giustifica, se solo se ne (ri)valuta criticamente l'opera, ma appare per se stessa del tutto incongrua - quale taccia di "disumanità" - a fronte della "buona stampa" di cui gode il classicismo penale, contraddistinto da una attitudine altrettanto razionalistica che quella della Scuola Positiva.
9788815150080
LOMBROSO, SCUOLA POSITIVA, DEVIANZA
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/479151
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact