Questo articolo presenta un ambiente informatico costituito da strumenti software originali sviluppati sulla base dell'esperienza maturata durante progetti di ricerca con partner quali la Fondazione Arena di Verona (2009-2011) e la Scuola Normale Superiore di Pisa (2011-2012), orientati alla conservazione dei beni culturali musicali, con una particolare attenzione alla definizione di algoritmi per il controllo della qualit{\`a}. Parallelamente ai risultati teorici che costituiscono il contesto scientifico della ricerca, l'articolo ne porta in evidenza il carattere innovativo, che consiste nell'utilizzo di un approccio sistemico alla progettazione degli strumenti informatici per controllare in maniera automatica processi concorrenti, con riferimento al protocollo per la conservazione attiva dei documenti sonori. Tali strumenti sono attualmente utilizzati dall'archivio storico della Fondazione Arena di Verona e dall'archivio sonoro del Laboratorio di Linguistica della Scuola Normale Superiore di Pisa, ma {\`e} auspicabile che in futuro essi vengano adottati da altri archivi per incoraggiare la diffusione di corrette pratiche conservative per mezzo dell'utilizzo di strumenti adeguati e liberamente condivisi.

Un ambiente informatico per la gestione dei processi relativi alla conservazione attiva dei documenti sonori

Bernardini BRESSAN, Federica
2012

Abstract

Questo articolo presenta un ambiente informatico costituito da strumenti software originali sviluppati sulla base dell'esperienza maturata durante progetti di ricerca con partner quali la Fondazione Arena di Verona (2009-2011) e la Scuola Normale Superiore di Pisa (2011-2012), orientati alla conservazione dei beni culturali musicali, con una particolare attenzione alla definizione di algoritmi per il controllo della qualit{\`a}. Parallelamente ai risultati teorici che costituiscono il contesto scientifico della ricerca, l'articolo ne porta in evidenza il carattere innovativo, che consiste nell'utilizzo di un approccio sistemico alla progettazione degli strumenti informatici per controllare in maniera automatica processi concorrenti, con riferimento al protocollo per la conservazione attiva dei documenti sonori. Tali strumenti sono attualmente utilizzati dall'archivio storico della Fondazione Arena di Verona e dall'archivio sonoro del Laboratorio di Linguistica della Scuola Normale Superiore di Pisa, ma {\`e} auspicabile che in futuro essi vengano adottati da altri archivi per incoraggiare la diffusione di corrette pratiche conservative per mezzo dell'utilizzo di strumenti adeguati e liberamente condivisi.
preservation; software tool; programming; quality control; protocol; methodology
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/478523
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact