Obiettivo del progetto ISChIA del GISIO-SItI è stato quello di valutare l'associazione tra impianto di ventilazione e condizionamento a contaminazione controllata (VCCC), carica microbica dell'aria e rischio di infezione del sito chirurgico durante interventi di protesi di anca e protesi di ginocchio, al fine di contribuire al di- battito sul ruolo protettivo del flusso unidirezionale sull'incidenza delle infezioni del sito chirurgico (ISC). Lo studio è stato condotto in 14 aziende ospedaliere per un totale di 28 sale operatorie. Durante l’intervento è stata valutata la contaminazione microbica dell'aria nell'area paziente mediante campionamento passivo ed attivo e sono stati registrati il numero medio di persone in sala e il numero di aperture di porte. Per la sorveglianza delle ISC è stato adottato il protocollo HELICS. I risultati, pur mostrando un ridotto rischio di ISC associato ad una bassa carica microbica dell'aria, non evidenziano un effetto protettivo significativo. A fronte delle risorse economiche impiegate, i valori di carica microbica dell'aria ottenuti nelle relative sale operatorie sono superiori a quelli attesi, verosimilmente per una cattiva gestione delle sale stesse. Emerge la necessità di ulteriori studi su questo tema controverso e di interventi formativi mirati al miglioramento dei comportamenti degli operatori.

IMPIANTO DI VENTILAZIONE E CONDIZIONAMENTO A CONTAMINAZIONE CONTROLLATA (VCCC), CONTAMI- NAZIONE MICROBICA DELL'ARIA E INFEZIONE DEL SITO CHIRURGICO IN INTERVENTI DI ARTROPROTESI: IL PROGETTO ISCHIA DEL GISIO-SITI

TARDIVO, Stefano;
2012

Abstract

Obiettivo del progetto ISChIA del GISIO-SItI è stato quello di valutare l'associazione tra impianto di ventilazione e condizionamento a contaminazione controllata (VCCC), carica microbica dell'aria e rischio di infezione del sito chirurgico durante interventi di protesi di anca e protesi di ginocchio, al fine di contribuire al di- battito sul ruolo protettivo del flusso unidirezionale sull'incidenza delle infezioni del sito chirurgico (ISC). Lo studio è stato condotto in 14 aziende ospedaliere per un totale di 28 sale operatorie. Durante l’intervento è stata valutata la contaminazione microbica dell'aria nell'area paziente mediante campionamento passivo ed attivo e sono stati registrati il numero medio di persone in sala e il numero di aperture di porte. Per la sorveglianza delle ISC è stato adottato il protocollo HELICS. I risultati, pur mostrando un ridotto rischio di ISC associato ad una bassa carica microbica dell'aria, non evidenziano un effetto protettivo significativo. A fronte delle risorse economiche impiegate, i valori di carica microbica dell'aria ottenuti nelle relative sale operatorie sono superiori a quelli attesi, verosimilmente per una cattiva gestione delle sale stesse. Emerge la necessità di ulteriori studi su questo tema controverso e di interventi formativi mirati al miglioramento dei comportamenti degli operatori.
VCCC; infezioni sito chirurgico
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/473697
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact