Partendo da una ricerca etnografica in un quartiere periferico di Città del Guatemala, l’intervento vorrebbe mettere in luce la paradossalità della relazione con il proprio territorio costruita dalle maras o pandillas (bande giovanili) centroamericane. Segregate spesso in aree urbane marginali, le singole clica (le unità più piccole delle bande) intrattengono parallelamente relazioni nazionali e sovranazionali difficilmente tracciabili, spesso ingigantite dalle forze dell’ordine e dai media locali. Si cercherà dunque di interpretare tale fenomeno sociale utilizzando due categorie apparentemente antitetiche – transnazionalismo e confine – evidenziandone, al contrario, la possibile complementarietà.

Mara Salvatrucha e Barrio 18: il banditismo giovanile transnazionale in Guatemala

GRASSI, Paolo
2012

Abstract

Partendo da una ricerca etnografica in un quartiere periferico di Città del Guatemala, l’intervento vorrebbe mettere in luce la paradossalità della relazione con il proprio territorio costruita dalle maras o pandillas (bande giovanili) centroamericane. Segregate spesso in aree urbane marginali, le singole clica (le unità più piccole delle bande) intrattengono parallelamente relazioni nazionali e sovranazionali difficilmente tracciabili, spesso ingigantite dalle forze dell’ordine e dai media locali. Si cercherà dunque di interpretare tale fenomeno sociale utilizzando due categorie apparentemente antitetiche – transnazionalismo e confine – evidenziandone, al contrario, la possibile complementarietà.
Maras y pandillas; transanzionalismo; confini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/437137
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact