Sul definitivo assestamento della nozione di licenziamento collettivo nella giurisprudenza di legittimità