Sulla rilevanza della volontà del lavoratore illegittimamente licenziato di riprendere il servizio dopo l’invito del datore di lavoro