Vengono riportati i risultati dell'interazione fra ambiente di coltivazione e cloni di Sangiovese (12T, 14T, AP1, SSF9A548, M42, Peccioli 1, R10 e R24) studiati in quattro aree della zone DOCG del Chianti classico. Il ruolo della località è apparso decisivo su molti dei parametri vegeto-produttivi del Sangiovese, quali la vigoria, la produttività unitaria, il peso medio del grappolo, la fertilità delle gemme. Tali influenze, in alcuni casi, come per la produttività, superano quelle determinate dal clone.

Influenze genetiche e colturali sull’equilibrio vegeto-produttivo del vitigno Sangiovese.

BOSELLI, MAURIZIO;
2001

Abstract

Vengono riportati i risultati dell'interazione fra ambiente di coltivazione e cloni di Sangiovese (12T, 14T, AP1, SSF9A548, M42, Peccioli 1, R10 e R24) studiati in quattro aree della zone DOCG del Chianti classico. Il ruolo della località è apparso decisivo su molti dei parametri vegeto-produttivi del Sangiovese, quali la vigoria, la produttività unitaria, il peso medio del grappolo, la fertilità delle gemme. Tali influenze, in alcuni casi, come per la produttività, superano quelle determinate dal clone.
8882950239
Sangiovese; equilibrio vegeto/produttivo; cloni; ambiente
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/433741
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact