L'autosoppressione come indicatore di ecosistemi alterati