Il salotto della tortura in un cielo magrittiano: "Il piacere dell'onestà" di Pirandello-Puggelli