Un'etica per la dialettica platonica?