La sfida di Prometeo e la laicità in bioetica