Il saggio esamina il ruolo del diritto penale nella “stigmatizzazione” dei comportamenti illeciti che si esprimono in particolare nella violazione del diritto alla non discriminazione, che è un “diritto fondamentale” riconosciuto dalla fonti internazionali. Si distinguono due versanti della disciplina penale contro le discriminazioni, in quanto non solo è sanzionato il divieto di azioni discriminatorie, ma va contrastata anche la diffusione di idee e l'istigazione a comportamenti discriminatori, come emerge anche dall’attuale applicazione delle norme penali antidiscriminatorie in Italia.

Istigazione e propaganda della discriminazione razziale fra offesa dei diritti fondamentali della persona e libertà di manifestazione del pensiero

PICOTTI, Lorenzo
2006-01-01

Abstract

Il saggio esamina il ruolo del diritto penale nella “stigmatizzazione” dei comportamenti illeciti che si esprimono in particolare nella violazione del diritto alla non discriminazione, che è un “diritto fondamentale” riconosciuto dalla fonti internazionali. Si distinguono due versanti della disciplina penale contro le discriminazioni, in quanto non solo è sanzionato il divieto di azioni discriminatorie, ma va contrastata anche la diffusione di idee e l'istigazione a comportamenti discriminatori, come emerge anche dall’attuale applicazione delle norme penali antidiscriminatorie in Italia.
razzismo; istigazione razziale; propaganda razzista; rilevanza penale della discriminazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/310206
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact