Nel corso degli ultimi decenni è andato affermandosi in Europa un modello alternativo di consumo, noto come consumo critico, centrato su un ruolo di maggiore consapevolezza di un consumatore intenzionato ad esprimere il suo senso etico attraverso decisioni di acquisto e di consumo responsabili e capaci di influenzare le scelte produttive aziendali.Il fenomeno trova diverse forme di manifestazione che si possono variamente inquadrare nelle categorie del consumo di prodotti a prevalente contenuto ecologico-ambientale (prodotti biologici e non inquinanti) e socio-culturale (commercio equo-solidale, prodotti connessi a una giusta causa), del non consumo (boicottaggio ed esclusione di certe categorie/marche di prodotto), della riduzione dei consumi, del riutilizzo dei beni o del riciclo dei materiali.Il consumo critico può essere esercitato in forma tanto individuale quanto collettiva, con l’affermarsi di attori molto diversi tra loro, dai protagonisti del commercio equo solidale, della finanza etica e del turismo responsabile alle cooperative sociali e ai Bilanci di Giustizia.Un fenomeno relativamente recente e che appare tipicamente e curiosamente circoscritto alla realtà italiana è quello dei gruppi di acquisto solidali (gas). L’idea di fondo è quella di organizzare l’acquisto collettivo di prodotti di uso comune adottando come criteri guida i principi di giustizia e di solidarietà.Obiettivo di questo lavoro è di fornire una testimonianza del fenomeno tracciandone il profilo storico, organizzativo e operativo e ipotizzandone potenzialità e prospettive evolutive. A tale scopo, l’analisi si regge su di un’indagine empirica svolta sull’intera rete dei gruppi di acquisto solidali variamente distribuiti sul territorio nazionale che attualmente conta 207 gruppi.In quest’ottica, i contenuti del lavoro si sviluppano secondo la seguente traccia :- Il consumo critico e le crescenti responsabilità dei consumatori- Un fenomeno tutto italiano: i gruppi di acquisto solidali- Sulle prospettive future dei gas: fenomeno di moda o stile di vita?

Il consumo critico in azione: l'esperienza dei gruppi di Acquisto Solidale

BRUNETTI, Federico;GIARETTA, Elena;ROSSATO, Chiara
2007-01-01

Abstract

Nel corso degli ultimi decenni è andato affermandosi in Europa un modello alternativo di consumo, noto come consumo critico, centrato su un ruolo di maggiore consapevolezza di un consumatore intenzionato ad esprimere il suo senso etico attraverso decisioni di acquisto e di consumo responsabili e capaci di influenzare le scelte produttive aziendali.Il fenomeno trova diverse forme di manifestazione che si possono variamente inquadrare nelle categorie del consumo di prodotti a prevalente contenuto ecologico-ambientale (prodotti biologici e non inquinanti) e socio-culturale (commercio equo-solidale, prodotti connessi a una giusta causa), del non consumo (boicottaggio ed esclusione di certe categorie/marche di prodotto), della riduzione dei consumi, del riutilizzo dei beni o del riciclo dei materiali.Il consumo critico può essere esercitato in forma tanto individuale quanto collettiva, con l’affermarsi di attori molto diversi tra loro, dai protagonisti del commercio equo solidale, della finanza etica e del turismo responsabile alle cooperative sociali e ai Bilanci di Giustizia.Un fenomeno relativamente recente e che appare tipicamente e curiosamente circoscritto alla realtà italiana è quello dei gruppi di acquisto solidali (gas). L’idea di fondo è quella di organizzare l’acquisto collettivo di prodotti di uso comune adottando come criteri guida i principi di giustizia e di solidarietà.Obiettivo di questo lavoro è di fornire una testimonianza del fenomeno tracciandone il profilo storico, organizzativo e operativo e ipotizzandone potenzialità e prospettive evolutive. A tale scopo, l’analisi si regge su di un’indagine empirica svolta sull’intera rete dei gruppi di acquisto solidali variamente distribuiti sul territorio nazionale che attualmente conta 207 gruppi.In quest’ottica, i contenuti del lavoro si sviluppano secondo la seguente traccia :- Il consumo critico e le crescenti responsabilità dei consumatori- Un fenomeno tutto italiano: i gruppi di acquisto solidali- Sulle prospettive future dei gas: fenomeno di moda o stile di vita?
9788890245916
consumer resistance; comportamenti di acquisto solidale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/308145
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact