La riappropriazione turistica dello spazio: l’esempio maliano