LA SPLENECTOMIA NEL PAZIENTE EMATOLOGICO