Prendendo spunto dalla vicenda riguardante il finanziamento dei partiti politici, lo scritto parla del discusso problema degli effetti dell'atto risultante dal referendum abrogativo con esito positivo. Esaminate criticamente le posizioni assunte dalla dottrina e dalla giurisprudenza costituzionale, si giunge alla conclusione che il risultato del referendum non produce un effetto vincolante dal punto di vista giuridico per il legislatore rappresentativo. Esistono, tuttavia, ragioni di opportunità politico-istituzionale che dovrebbero indurre il Parlamento e il Governo a valutare con estrema cautela l'ipotesi di un immediato ripristino della normativa abrogata dal referendum.

Il divieto di ripristino della normativa abrogata dal referendum e la discrezionalità del legislatore

FERRI, Giampietro
Writing – Original Draft Preparation
1997

Abstract

Prendendo spunto dalla vicenda riguardante il finanziamento dei partiti politici, lo scritto parla del discusso problema degli effetti dell'atto risultante dal referendum abrogativo con esito positivo. Esaminate criticamente le posizioni assunte dalla dottrina e dalla giurisprudenza costituzionale, si giunge alla conclusione che il risultato del referendum non produce un effetto vincolante dal punto di vista giuridico per il legislatore rappresentativo. Esistono, tuttavia, ragioni di opportunità politico-istituzionale che dovrebbero indurre il Parlamento e il Governo a valutare con estrema cautela l'ipotesi di un immediato ripristino della normativa abrogata dal referendum.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/19046
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact