La presenza di lesioni ulcerose nel paziente con ischemia critica non trattabile con rivascolarizzazione diretta è un quadro di difficile soluzione che si aggrava ulteriormente se vi è concomitante ipertensione venosa. In questo caso infatti la stasi a livello del "versante venoso" del microcircolo porta ad un'ulteriore riduzione della perfusione tissutale che conduce ad un ulteriore aggravamento dell'ischemia

LE LESIONI ULCEROSE NEL PAZIENTE CON ISCHEMIA CRITICA E CONCOMITANTE PATOLOGIA VENOSA

BAGGIO, Elda
2000

Abstract

La presenza di lesioni ulcerose nel paziente con ischemia critica non trattabile con rivascolarizzazione diretta è un quadro di difficile soluzione che si aggrava ulteriormente se vi è concomitante ipertensione venosa. In questo caso infatti la stasi a livello del "versante venoso" del microcircolo porta ad un'ulteriore riduzione della perfusione tissutale che conduce ad un ulteriore aggravamento dell'ischemia
LESIONI ULCEROSE; ARTERIOPATIA; ISCHEMIA CRITICA
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/14370
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact