La circolarità cognitiva tra procedimento penale canonico e realtà esterna. La denuncia come strumento di trasmissione della notitia criminis. I casi denuncia obbligatoria nel diritto canonico. La violazione dell'obbligo di denuncia e la scriminante del segreto d'ufficio, ministeriale e professionale. La presunzione di innocenza nel nuovo Libro VI del CIC e la tutela della buona fama. Esigenze processuali di riservatezza e diritto di difesa. Il diritto all'informazione e la posizione della persona offesa.

Informazione, riservatezza e denuncia nei procedimenti penali

Comotti, G.
2021-01-01

Abstract

La circolarità cognitiva tra procedimento penale canonico e realtà esterna. La denuncia come strumento di trasmissione della notitia criminis. I casi denuncia obbligatoria nel diritto canonico. La violazione dell'obbligo di denuncia e la scriminante del segreto d'ufficio, ministeriale e professionale. La presunzione di innocenza nel nuovo Libro VI del CIC e la tutela della buona fama. Esigenze processuali di riservatezza e diritto di difesa. Il diritto all'informazione e la posizione della persona offesa.
978-88-7105-480-3
Processo canonico, Denuncia, Privacy, Diritto di difesa, Presunzione di innocenza
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1053675
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact