La sentenza della Cass. 12 dicembre 2018, n. 32158 si sofferma sul caso di un licenziamento per sopravvenuta inidoneità, confermando l’applicazione della tutela ripristinatoria attenuata anche laddove sussista violazione dell’onere del repêchage.

Licenziamento per sopravvenuta inidoneità: la Cassazione conferma l’applicazione della tutela ripristinatoria attenuata anche nei casi di violazione dell’onere del repêchage

Carlo Valenti
2019

Abstract

La sentenza della Cass. 12 dicembre 2018, n. 32158 si sofferma sul caso di un licenziamento per sopravvenuta inidoneità, confermando l’applicazione della tutela ripristinatoria attenuata anche laddove sussista violazione dell’onere del repêchage.
sopravvenuta inidoneità, licenziamento, licenziamento per giustificato motivo oggettivo, tutela ripristinatoria, repêchage, onere del ripescaggio
sudden incapacity, dismissal, dismissal for objective reasons, restoration safeguard, repêchage, duty of repêchage
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Licenziamento per sopravvenuta inidoneità. La Cassazione conferma l’applicazione della tutela ripristinatoria attenuata anche nei casi di violazione dell’onere del repêchage.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 131.6 kB
Formato Adobe PDF
131.6 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1047839
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact