Il d.lg. 216/03 alla prova dei Soli padani