La sentenza del Tribunale diBari del 18marzo 2019 concerne il riconoscimento del diritto al risarcimento del danno non patrimoniale causato a un marito dalla condotta della moglie che per anni aveva tenuto una relazione adulterina dalla quale erano nati due figli, la cui vera paternità era stata per anni celata all’uomo. La pronuncia offre l’occasione per riflettere sulla responsabilità endofamiliare e sul rapporto fra rimedio risarcitorio e addebito della separazione. La decisione permette inoltre di fare il punto sui danni risarcibili e di considerare la posizione dei parenti del marito, anch’essi vittima di un inganno durato anni.

IL RISARCIMENTO DEL DANNO ENDOFAMILIARE CAUSATO DALL’ADULTERIO E DALLA SCOPERTA DELL’ASSENZA DI UN LEGAME BIOLOGICO CON I FIGLI

Parini Giorgia Anna
2020

Abstract

La sentenza del Tribunale diBari del 18marzo 2019 concerne il riconoscimento del diritto al risarcimento del danno non patrimoniale causato a un marito dalla condotta della moglie che per anni aveva tenuto una relazione adulterina dalla quale erano nati due figli, la cui vera paternità era stata per anni celata all’uomo. La pronuncia offre l’occasione per riflettere sulla responsabilità endofamiliare e sul rapporto fra rimedio risarcitorio e addebito della separazione. La decisione permette inoltre di fare il punto sui danni risarcibili e di considerare la posizione dei parenti del marito, anch’essi vittima di un inganno durato anni.
danno endofamiliare, risarcimento del danno, separazione, addebito
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1010258
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact