The growing number of children with impairment in executive functions and the grow- ing increasing of sedentary behavior, estimated to be a major culprit of obesity and metabolic diseases, call for intensive efforts for correction of these worldwide problems affecting the quality of life. Recent studies highlight that executive functions can be in- cremented early and during life and suggest that physical activity may be an important tool to reach this goal. Educator has thus a great responsibility and recent data indicate that kindergarten may represent a new and up-to-now little considered educational tool. To involve and share with teachers these new aspects of education, an action-re- search was carried out with 100 teachers of Treviso (Italy), 51 kindergartens. Teachers were given instructions by means of a book prepared for the project and containing sug- gestions for the organization of physical activity lessons in kindergartens. After the use of the book, which also included stimuli for evaluation of the activities and their impact on children, teacher were involved in discussions and focus groups from where impor- tant considerations emerged about education directed at fostering motor and cognitive development of pupils. Our study indicate that implementation of results of scientific studies in daily activities requires direct participation of educators starting from their knowledge and perception of the realty of the teaching environment. L’aumento di bambini con disturbi nelle funzioni esecutive (FE) e di situazioni di seden- tarietà, considerata concausa delle patologie metaboliche e dell’obesità che affliggono la qualità della vita delle nuove generazioni, rappresentano importanti stimoli per cer- care di proporre soluzioni nuove ai processi educativi cui i bambini sono esposti. Recen- ti studi evidenziano che le FE possono essere sviluppate nell’infanzia attraverso specifi- ci percorsi educativi e suggeriscono che l’attività fisica rappresenta un importante stru- mento a tal fine. Per favorire l’adozione di nuove attenzioni al modo di educare nelle scuole dell’infanzia è necessario coinvolgere gli insegnanti e con loro condividere i nuovi sviluppi della ricerca scientifica. A Treviso è stata realizzata una ricerca-azione che ha coinvolto 100 insegnanti, 51 scuole dell’infanzia e che si è basata sull’utilizzo di un li- bro appositamente, scritto per aiutare e guidare gli educatori nella preparazione, realiz- zazione e valutazione di attività didattiche fondano sull’attività fisica dei piccoli allievi. Dopo la realizzazione del percorso formativo sono stati realizzati incontri e focus Group dai quali sono emerse alcune considerazioni importanti relative all’insegnamento final- izzato allo sviluppo motorio e cognitivo. Si rivela fondamentale una formazione alle novità concettuali che emergono dalle ricerche internazionali ma che parta dalla conoscenza e dalla percezione della realtà degli insegnanti stessi

Activity in the zone of proximal development between the development of motor skills and school readiness: studies in kindergartens/ Attivita´ fisica in zona di sviluppo prossimale tra sviluppo di competenze motorie e preparazione scolastica: sperimentazione nelle scuole dell´infanzia.

Tortella Patrizia
Writing – Original Draft Preparation
;
Fumagalli G.
Resources
2015-01-01

Abstract

The growing number of children with impairment in executive functions and the grow- ing increasing of sedentary behavior, estimated to be a major culprit of obesity and metabolic diseases, call for intensive efforts for correction of these worldwide problems affecting the quality of life. Recent studies highlight that executive functions can be in- cremented early and during life and suggest that physical activity may be an important tool to reach this goal. Educator has thus a great responsibility and recent data indicate that kindergarten may represent a new and up-to-now little considered educational tool. To involve and share with teachers these new aspects of education, an action-re- search was carried out with 100 teachers of Treviso (Italy), 51 kindergartens. Teachers were given instructions by means of a book prepared for the project and containing sug- gestions for the organization of physical activity lessons in kindergartens. After the use of the book, which also included stimuli for evaluation of the activities and their impact on children, teacher were involved in discussions and focus groups from where impor- tant considerations emerged about education directed at fostering motor and cognitive development of pupils. Our study indicate that implementation of results of scientific studies in daily activities requires direct participation of educators starting from their knowledge and perception of the realty of the teaching environment. L’aumento di bambini con disturbi nelle funzioni esecutive (FE) e di situazioni di seden- tarietà, considerata concausa delle patologie metaboliche e dell’obesità che affliggono la qualità della vita delle nuove generazioni, rappresentano importanti stimoli per cer- care di proporre soluzioni nuove ai processi educativi cui i bambini sono esposti. Recen- ti studi evidenziano che le FE possono essere sviluppate nell’infanzia attraverso specifi- ci percorsi educativi e suggeriscono che l’attività fisica rappresenta un importante stru- mento a tal fine. Per favorire l’adozione di nuove attenzioni al modo di educare nelle scuole dell’infanzia è necessario coinvolgere gli insegnanti e con loro condividere i nuovi sviluppi della ricerca scientifica. A Treviso è stata realizzata una ricerca-azione che ha coinvolto 100 insegnanti, 51 scuole dell’infanzia e che si è basata sull’utilizzo di un li- bro appositamente, scritto per aiutare e guidare gli educatori nella preparazione, realiz- zazione e valutazione di attività didattiche fondano sull’attività fisica dei piccoli allievi. Dopo la realizzazione del percorso formativo sono stati realizzati incontri e focus Group dai quali sono emerse alcune considerazioni importanti relative all’insegnamento final- izzato allo sviluppo motorio e cognitivo. Si rivela fondamentale una formazione alle novità concettuali che emergono dalle ricerche internazionali ma che parta dalla conoscenza e dalla percezione della realtà degli insegnanti stessi
Zone of Proximal Development, Kindergarten, Physical Activity, Motor Skills, School Readiness.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Activities in the zone of proximal development.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 7.86 MB
Formato Adobe PDF
7.86 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/999550
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact