The present essay comments on a famous passage in Aristotle's Politics discussing the meaning of φωνή and λόγος. Λόγος is often translated as ‘word’ in this passage, but as ‘reason’ in other similar passages of the same work. The influence of the meaning attributed intuitively to φωνή, that is ‘voice’ in the modern sense could be an explanation for this phenomenon. An attempt is then made to return a meaning of φωνή closer to the original. Unlike λόγος, φωνή has been polarized. ‘Word’ and ‘reason’ are both translations of λόγος legitimized by long traditions.

Il presente saggio commenta un famoso brano della Politica di Aristotele discutendo del significato di φωνή e λόγος. Λόγος viene spesso tradotto come ‘parola’ in questo brano, ma come ‘ragione’ in altri brani in tutto simili della stessa opera. L'influenza del significato attribuito intuitivamente a φωνή, cioè ‘voce’ nel senso moderno potrebbe essere una spiegazione a questo fenomeno. Si tenta quindi di restituire una accezione di φωνή più vicina all'originale. A differenza di λόγος φωνή ha subito una polarizzazione. ‘Parola’ e ‘ragione’ sono entrambe traduzioni di λόγος legittimate da lunghe tradizioni.

Alcune considerazioni sulla comprensione e sulla resa di φωνή e λόγος (a partire da Pol. A 2)

Alfredo Rizza
2019-01-01

Abstract

Il presente saggio commenta un famoso brano della Politica di Aristotele discutendo del significato di φωνή e λόγος. Λόγος viene spesso tradotto come ‘parola’ in questo brano, ma come ‘ragione’ in altri brani in tutto simili della stessa opera. L'influenza del significato attribuito intuitivamente a φωνή, cioè ‘voce’ nel senso moderno potrebbe essere una spiegazione a questo fenomeno. Si tenta quindi di restituire una accezione di φωνή più vicina all'originale. A differenza di λόγος φωνή ha subito una polarizzazione. ‘Parola’ e ‘ragione’ sono entrambe traduzioni di λόγος legittimate da lunghe tradizioni.
9788846756756
Aristotle’s reflection on language; history of linguistic thought; voice word and reason; metalanguage.
The present essay comments on a famous passage in Aristotle's Politics discussing the meaning of φωνή and λόγος. Λόγος is often translated as ‘word’ in this passage, but as ‘reason’ in other similar passages of the same work. The influence of the meaning attributed intuitively to φωνή, that is ‘voice’ in the modern sense could be an explanation for this phenomenon. An attempt is then made to return a meaning of φωνή closer to the original. Unlike λόγος, φωνή has been polarized. ‘Word’ and ‘reason’ are both translations of λόγος legitimized by long traditions.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Rizza_AlcuneConsiderazioni_φωνή_λόγος_FsGraffi2019.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 424.16 kB
Formato Adobe PDF
424.16 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/999341
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact