TRA ABBANDONO DEL PAESAGGIO E PAESAGGI DELL’ABBANDONO