Lettera di E.G. Craig a D. Lebrecht dell'11 marzo 1923.