«Sono andato perduto al mondo». Riflessioni su appunti che il giovane Kafka dedica all’estetica