Il contributo prende in esame alcune importanti e recenti pronunce della Corte costituzionale (sentt. 35/2017, 119 e 52/2015, 1/2014), le quali sembrano minare i concetti di incidentalità e pregiudizialità, anche a causa di ordinanze di remissione dei giudici comuni – alle quali lo scritto dedica notevole attenzione – assai critiche; in tali sentenze si riscontra uno scivolamento del giudizio sulla disposizione (e non sulla norma), a discapito della concretezza della q.l.c. e più in generale delle regole del processo costituzionale, con possibili conseguenze critiche sulla credibilità della Consulta.

Disposizione o norma? Fictio litis e giudizio incidentale

FERRARI, FABIO
2017-01-01

Abstract

Il contributo prende in esame alcune importanti e recenti pronunce della Corte costituzionale (sentt. 35/2017, 119 e 52/2015, 1/2014), le quali sembrano minare i concetti di incidentalità e pregiudizialità, anche a causa di ordinanze di remissione dei giudici comuni – alle quali lo scritto dedica notevole attenzione – assai critiche; in tali sentenze si riscontra uno scivolamento del giudizio sulla disposizione (e non sulla norma), a discapito della concretezza della q.l.c. e più in generale delle regole del processo costituzionale, con possibili conseguenze critiche sulla credibilità della Consulta.
rilevanza, pregiudizialità, incidentalità, legge elettorale, servizio civile nazionale, Italicum, Porcellum, 1/2014, 52/2015, 119/2015, 35/2017,
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/958621
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact