S. Agosti, Ricognizione su Pascoli