Rathenau e la crisi del primo dopoguerra