“Ignoranti” e ignorati. Lettera aperta ai politici veronesi