Scioglimento della comunione legale, conti bancari cointestati e investimenti dei coniugi: il sottile confine tra "acquisto" di nuovi beni e "conservazione" di beni già acquisiti