In un giudizio complessivo non e ` possibile non rilevare la sovrabbondanza di excursus e di osservazioni, in particolar modo di natura filologico-testuale, che esulano in parte dalla tematica proposta e rendono a tratti difficoltosa la lettura. Lo studio si fa tuttavia apprezzare per la sua qualita ` di raccolta sistematica degli sparsi riferimenti al tema della vista in Pindaro e per la loro classificazione sulla base del soggetto, divino o umano, al quale afferiscono. Apprezzabile e ` anche lo sforzo di mettere in relazione il trattamento pindarico del motivo del vedere con quello di altri poeti coevi o precedenti.

ZSOLT ADORJANI, Auge und Sehen in Pindars Dichtung (Spudasmata 139), Hildesheim - Zuerich - New York, Georg Olms Verlag 2011, pp. 249.

Duranti, Marco
2015-01-01

Abstract

In un giudizio complessivo non e ` possibile non rilevare la sovrabbondanza di excursus e di osservazioni, in particolar modo di natura filologico-testuale, che esulano in parte dalla tematica proposta e rendono a tratti difficoltosa la lettura. Lo studio si fa tuttavia apprezzare per la sua qualita ` di raccolta sistematica degli sparsi riferimenti al tema della vista in Pindaro e per la loro classificazione sulla base del soggetto, divino o umano, al quale afferiscono. Apprezzabile e ` anche lo sforzo di mettere in relazione il trattamento pindarico del motivo del vedere con quello di altri poeti coevi o precedenti.
978-3-487-14632-4
Pindaro, occhi, vista
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/936825
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact