Lo studio condotto su un signaculum ex aere recentemente riapparso permette di approfondire la conoscenza di un membro dell’ordine equestre, Aurelius Iulianus, già noto da altre fonti e prefetto del pretorio nel III secolo d.C. La sua identità, la sua carriera politica e militare e la cronologia della sua attività non sono però facilmente ricostruibili: le diverse testimonianze epigrafiche e letterarie che lo menzionano e che sono state variamente considerate dagli studiosi che si sono occupati di lui, potrebbero in realtà riferirsi a un unico individuo o a più personaggi distinti.

Aurelius Iulianus vir eminentissimus. Un nuovo documento epigrafico?

Braito, Silvia
2015-01-01

Abstract

Lo studio condotto su un signaculum ex aere recentemente riapparso permette di approfondire la conoscenza di un membro dell’ordine equestre, Aurelius Iulianus, già noto da altre fonti e prefetto del pretorio nel III secolo d.C. La sua identità, la sua carriera politica e militare e la cronologia della sua attività non sono però facilmente ricostruibili: le diverse testimonianze epigrafiche e letterarie che lo menzionano e che sono state variamente considerate dagli studiosi che si sono occupati di lui, potrebbero in realtà riferirsi a un unico individuo o a più personaggi distinti.
signacula ex aere, epigrafia latina, instrumentum inscriptum, ordine equestre, prefetto del pretorio, storia romana, vir eminentissimus, a rationibus, a memoria
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/934663
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact