La redazione riccardiana del volgarizzamento del "De amore" di A. Cappellano è edita da Beatrice Barbiellini Amidei con una problematica attribuzione a Giovanni Boccaccio: se la resa editoriale è buona, si formulano vari dubbi sul versante attributivo, a partire da autorevoli pronunciamenti paleografici che hanno escluso la paternità boccacciana del codice riccardiano.

Libro d'amore attribuibile a Giovanni Boccaccio. Edizione critica a cura di B. Barbiellini Amidei

ZACCARELLO, Michelangelo
2014

Abstract

La redazione riccardiana del volgarizzamento del "De amore" di A. Cappellano è edita da Beatrice Barbiellini Amidei con una problematica attribuzione a Giovanni Boccaccio: se la resa editoriale è buona, si formulano vari dubbi sul versante attributivo, a partire da autorevoli pronunciamenti paleografici che hanno escluso la paternità boccacciana del codice riccardiano.
978-88-89369-43-2
Giovanni Boccaccio, Andrea Cappellano, volgarizzamento
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zaccarello recensioni_SB2014.pdf

accesso aperto

Descrizione: Recensione "Studi sul Boccaccio" 42
Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Creative commons
Dimensione 98.52 kB
Formato Adobe PDF
98.52 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/934534
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact