Lo scopo del saggio è quello di esplorare, tramite indagine teorica su alcuni testi che Derrida ha dedicato a Nietzsche la forma che può assumere oggi, in epoca di globalizzazione, una nozione apparentemente paradossale come quella di “automatismo critico”. Da un lato si assume 1) che la filosofia abbia a che vedere con una forma di autoconfessione involontaria del proprio autore, nel senso nietzschiano, e 2) che l’assoggettamento a forme di automatismo sia un tratto caratterizzante l’essere umano e sociale, e animale in genere. Dall’altro lato, si ipotizza che, prendendo spunto dalla lettura che Derrida ha dato dell’autobiografico e dell’animalità in Nietzsche, ed elaborando categorie spurie - che sviluppano quelle di disconnessione e di écriture - che tengano in conto il ruolo della corporeità, possiamo trovare qualche spazio per la critica. In particolare ciò è possibile seguendo il nesso tra il Nietzsche critico della cultura delle Inattuali e il Nietzsche ‘estremo’ di Ecce homo, come tentato anche da Derrida nel testo Otobiographies e in altri riferimenti che verranno discussi nel saggio.

Automatismo critico

PELGREFFI, Igor
2015-01-01

Abstract

Lo scopo del saggio è quello di esplorare, tramite indagine teorica su alcuni testi che Derrida ha dedicato a Nietzsche la forma che può assumere oggi, in epoca di globalizzazione, una nozione apparentemente paradossale come quella di “automatismo critico”. Da un lato si assume 1) che la filosofia abbia a che vedere con una forma di autoconfessione involontaria del proprio autore, nel senso nietzschiano, e 2) che l’assoggettamento a forme di automatismo sia un tratto caratterizzante l’essere umano e sociale, e animale in genere. Dall’altro lato, si ipotizza che, prendendo spunto dalla lettura che Derrida ha dato dell’autobiografico e dell’animalità in Nietzsche, ed elaborando categorie spurie - che sviluppano quelle di disconnessione e di écriture - che tengano in conto il ruolo della corporeità, possiamo trovare qualche spazio per la critica. In particolare ciò è possibile seguendo il nesso tra il Nietzsche critico della cultura delle Inattuali e il Nietzsche ‘estremo’ di Ecce homo, come tentato anche da Derrida nel testo Otobiographies e in altri riferimenti che verranno discussi nel saggio.
automatismo, speculazione (filosofia e azzardo), autobiografia, auto-costruzione della propria filosofia, corporeità (attività e passività), possibilità della critica, Nietzsche, Derrida
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/927204
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact