L’articolo prende le mosse dalla tematica del riconoscimento della legittimazione nel processo amministrativo alle articolazioni periferiche delle associazioni ambientaliste nazionali. Muovendo dall’assunto per cui le forme associative garantiscono, meglio rispetto al singolo individuo, la tutela di interessi superindividuali, l’Autore si sofferma sull’emersione in materia ambientale della categoria dei beni comuni e sulla connessione tra tale fenomeno e l’ampliamento della legittimazione processuale, nonché sulle ripercussioni su quest’ultima del mutamento del rapporto con la “res” che la categoria dei beni comuni necessariamente implica. L’Autore delinea i tratti essenziali della categoria dei beni comuni, anche alla luce della giurisprudenza e delle recenti proposte di modifica normativa, e delle “figure soggiacenti”; muovendo, poi, dalla giurisprudenza, anche comunitaria, ricerca ulteriori “indicazioni o segnali di un cammino” sulla tematica dei beni comuni e della loro tutela. L’analisi si sofferma, infine, sulla rilevanza del principio di sussidiarietà orizzontale – individuato dalla dottrina come fonte di un “diritto di cura” dei beni comuni da parte dei cittadini – ai fini della selezione dei legittimati ad causam in materia di beni comuni.

Taking “commons” seriously: spigolature su ambiente come bene comune e legitimatio ad causam

DURET, Paolo
2013-01-01

Abstract

L’articolo prende le mosse dalla tematica del riconoscimento della legittimazione nel processo amministrativo alle articolazioni periferiche delle associazioni ambientaliste nazionali. Muovendo dall’assunto per cui le forme associative garantiscono, meglio rispetto al singolo individuo, la tutela di interessi superindividuali, l’Autore si sofferma sull’emersione in materia ambientale della categoria dei beni comuni e sulla connessione tra tale fenomeno e l’ampliamento della legittimazione processuale, nonché sulle ripercussioni su quest’ultima del mutamento del rapporto con la “res” che la categoria dei beni comuni necessariamente implica. L’Autore delinea i tratti essenziali della categoria dei beni comuni, anche alla luce della giurisprudenza e delle recenti proposte di modifica normativa, e delle “figure soggiacenti”; muovendo, poi, dalla giurisprudenza, anche comunitaria, ricerca ulteriori “indicazioni o segnali di un cammino” sulla tematica dei beni comuni e della loro tutela. L’analisi si sofferma, infine, sulla rilevanza del principio di sussidiarietà orizzontale – individuato dalla dottrina come fonte di un “diritto di cura” dei beni comuni da parte dei cittadini – ai fini della selezione dei legittimati ad causam in materia di beni comuni.
ambiente; beni comuni; legittimazione processuale; sussidiarietà; azione popolare
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/876790
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact