La peace psychology cerca di sviluppare teorie e pratiche rivolte alla prevenzione e mitigazione della violenza diretta e strutturale, promuove la gestione nonviolenta dei conflitti e persegue obiettivi di giustizia sociale (Sapio e Zamperini, 2007). Inoltre, agisce all’interno di conflitti esistenti per comprenderne la genealogia e per favorire processi di riconciliazione (Zamperini, 2008). Sulla base di questa prospettiva teorica, gli scriventi hanno intrapreso un progetto di ricerca sul G8 di Genova. Benché si siano conclusi i processi più importanti, il G8 di Genova rimane una ferita aperta per la nostra società, mettendo in crisi le idee di democrazia e di convivenza civile.

Raccontare il G8: i giorni di Genova nelle narrazioni dei manifestanti

MENEGATTO, Marialuisa
2009-01-01

Abstract

La peace psychology cerca di sviluppare teorie e pratiche rivolte alla prevenzione e mitigazione della violenza diretta e strutturale, promuove la gestione nonviolenta dei conflitti e persegue obiettivi di giustizia sociale (Sapio e Zamperini, 2007). Inoltre, agisce all’interno di conflitti esistenti per comprenderne la genealogia e per favorire processi di riconciliazione (Zamperini, 2008). Sulla base di questa prospettiva teorica, gli scriventi hanno intrapreso un progetto di ricerca sul G8 di Genova. Benché si siano conclusi i processi più importanti, il G8 di Genova rimane una ferita aperta per la nostra società, mettendo in crisi le idee di democrazia e di convivenza civile.
peace psychology; psicologia sociale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/866174
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact