I mercati della capacità tra teoria economica e prassi regolatoria