Il d.lgs. 23 maggio 2011, n. 79, ha introdotto, in attuazione della direttiva n. 2008/122/Ce, alcuni nuovi contratti accanto al contratto di multiproprietà. L’analisi si propone di verificare le linee comuni e di differenza nella disciplina interna italiana e spagnola. Molti sono i punti di confluenza, atteso anche il processo di armonizzazione; pochi, per contro, sono i punti di differenza: in particolare, i termini per l’esercizio del recesso. Sembra indubbia, sotto altro verso, l’incidenza sul diritto del multiproprietario che partecipa al sistema di scambio; una differenza che pone il «contratto di scambio» nell’ambito dei contratti modificativi della disciplina di un rapporto preesistente (negozi regolamentari).

«Contratti di scambio» e negozi regolamentari in Italia e in Spagna

RUSCELLO, Francesco
2014

Abstract

Il d.lgs. 23 maggio 2011, n. 79, ha introdotto, in attuazione della direttiva n. 2008/122/Ce, alcuni nuovi contratti accanto al contratto di multiproprietà. L’analisi si propone di verificare le linee comuni e di differenza nella disciplina interna italiana e spagnola. Molti sono i punti di confluenza, atteso anche il processo di armonizzazione; pochi, per contro, sono i punti di differenza: in particolare, i termini per l’esercizio del recesso. Sembra indubbia, sotto altro verso, l’incidenza sul diritto del multiproprietario che partecipa al sistema di scambio; una differenza che pone il «contratto di scambio» nell’ambito dei contratti modificativi della disciplina di un rapporto preesistente (negozi regolamentari).
contratto di scambio; comparazione Italia e Spagna; negozi regolamentari
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/744761
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact