Introduzione. La Global Consensus Conference on Preconception Health tenutasi recentemente all’OMS ha chiaramente indicato che un sensibile miglioramento della salute materno-infantile si ottiene se le cure materno-infantili si estendono al periodo che precede la gravidanza: salute riproduttiva, salute preconcezionale e inter-concezionale. Metodi. In Italia l’ICBD, WHO Collaborating Centre, insieme a colleghi di altre istituzioni (GLISP), ha promosso iniziative per aumentare l’attenzione sulla promozione della salute preconcezionale: − “Pensiamoci Prima”, progetto finanziato dal CCM del Ministero della Salute; − il “Mese della Prevenzione dei Difetti Congeniti e della Prematurità”; − il Comitato “Donne Portatrici di Salute”. Risultati. Pensiamoci Prima (www.pensiamociprima.net) ha prodotto materiale per operatori sanitari (pacchetti formativi di aggiornamento, raccomandazioni per il counseling preconcezionale, scheda di valutazione dei rischi preconcezionali) e per le donne/coppie in età fertile (videoclip, manuale e schede informativi, opuscoli, locandina); ha ispirato “Mamma InForma”, indagine dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sull’efficacia di consigli preconcezionali personalizzati forniti via internet (www.mammainforma.it); ha promosso l’attivazione di ambulatori “Pensiamoci Prima” e l’ “Indagine sulla Prevalenza dei Fattori di Rischio Preconcezionale e loro Determinanti” in alcune strutture ospedaliere. Il “Mese della Prevenzione dei Difetti Congeniti e della Prematurità” (aprile 2012) prevede la realizzazione di un sito web: www.primadellagravidanza.it per informare la cittadinanza, e l’invito a realizzare eventi di sensibilizzazione. Il Comitato “Donne Portatrici di Salute” utilizza il metodo Peer to Peer Education per disseminare informazioni sulla promozione della salute delle donne. Il tema del 2012 è la promozione della salute delle donne in età fertile e/o in vista di una gravidanza. Conclusioni. Le attività e gli interventi in Italia per la promozione della salute maternoinfantile sin da prima del concepimento sono ampi ed articolati, tali da includerla tra i Paesi più avanzati in questo settore. Questi interventi potranno migliorare ulteriormente negli 305 anni a venire la salute materno-infantile. Si auspicano studi di valutazione dell’efficacia di tali interventi.

La promozione della salute materno-infantile inizia prima della gravidanza

BORTOLUS, Renata;
2012

Abstract

Introduzione. La Global Consensus Conference on Preconception Health tenutasi recentemente all’OMS ha chiaramente indicato che un sensibile miglioramento della salute materno-infantile si ottiene se le cure materno-infantili si estendono al periodo che precede la gravidanza: salute riproduttiva, salute preconcezionale e inter-concezionale. Metodi. In Italia l’ICBD, WHO Collaborating Centre, insieme a colleghi di altre istituzioni (GLISP), ha promosso iniziative per aumentare l’attenzione sulla promozione della salute preconcezionale: − “Pensiamoci Prima”, progetto finanziato dal CCM del Ministero della Salute; − il “Mese della Prevenzione dei Difetti Congeniti e della Prematurità”; − il Comitato “Donne Portatrici di Salute”. Risultati. Pensiamoci Prima (www.pensiamociprima.net) ha prodotto materiale per operatori sanitari (pacchetti formativi di aggiornamento, raccomandazioni per il counseling preconcezionale, scheda di valutazione dei rischi preconcezionali) e per le donne/coppie in età fertile (videoclip, manuale e schede informativi, opuscoli, locandina); ha ispirato “Mamma InForma”, indagine dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sull’efficacia di consigli preconcezionali personalizzati forniti via internet (www.mammainforma.it); ha promosso l’attivazione di ambulatori “Pensiamoci Prima” e l’ “Indagine sulla Prevalenza dei Fattori di Rischio Preconcezionale e loro Determinanti” in alcune strutture ospedaliere. Il “Mese della Prevenzione dei Difetti Congeniti e della Prematurità” (aprile 2012) prevede la realizzazione di un sito web: www.primadellagravidanza.it per informare la cittadinanza, e l’invito a realizzare eventi di sensibilizzazione. Il Comitato “Donne Portatrici di Salute” utilizza il metodo Peer to Peer Education per disseminare informazioni sulla promozione della salute delle donne. Il tema del 2012 è la promozione della salute delle donne in età fertile e/o in vista di una gravidanza. Conclusioni. Le attività e gli interventi in Italia per la promozione della salute maternoinfantile sin da prima del concepimento sono ampi ed articolati, tali da includerla tra i Paesi più avanzati in questo settore. Questi interventi potranno migliorare ulteriormente negli 305 anni a venire la salute materno-infantile. Si auspicano studi di valutazione dell’efficacia di tali interventi.
gravidanza; salute
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/707561
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact