L'articolo esamina gli spazi, dal forte valore simbolico, rappresentati nella Città del vero di Bartolomeo del Bene, ricorrendo ai concetti di utopia e di eterotopia.

La Città del vero, une ville en papier entre utopie et hétérotopie

GORRIS, Rosanna
2013-01-01

Abstract

L'articolo esamina gli spazi, dal forte valore simbolico, rappresentati nella Città del vero di Bartolomeo del Bene, ricorrendo ai concetti di utopia e di eterotopia.
letteratura francese del Cinquecento; Città del vero di Bartolomeo del Bene
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
24328757.pdf

solo utenti autorizzati

Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 2.3 MB
Formato Adobe PDF
2.3 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/649763
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact