Poetiche joyciane tra scienza e tecnologia