Negli ultimi decenni, le antiche pratiche meditative orientali sono divenute oggetto di studi scientifici. In conseguenza al loro frequente uso nell’ambito delle psicoterapie, gli effetti di tali tecniche sono stati esaminati principalmente tra popolazioni cliniche. Solo alcuni di questi studi si sono riferiti a soggetti non-clinici e ancora meno si sono specificamente focalizzati sui cambiamenti emotivi che in genere si legano al progressivo raggiungimento degli stati contemplativi. Inoltre, alcuni autori lamentano la mancanza di riferimenti teorici adeguati per spiegare tali osservazioni empiriche che potrebbero aiutare i ricercatori ad interpretare gli effetti della meditazione sul benessere individuale. Tenendo tutto ciò in considerazione, si sono analizzati alcuni recenti lavori sulla meditazione in generale e in relazione ai cambiamenti emotivi che vi si associano. Essi suggeriscono che la broaden-and-build theory possa essere considerate un buon riferimento teorico per spiegare gli outcome cognitivi ed emotivi della pratica meditative in popolazioni non-cliniche.

Meditazione e broad-and-build theory

MENEGHINI, Anna Maria
2013

Abstract

Negli ultimi decenni, le antiche pratiche meditative orientali sono divenute oggetto di studi scientifici. In conseguenza al loro frequente uso nell’ambito delle psicoterapie, gli effetti di tali tecniche sono stati esaminati principalmente tra popolazioni cliniche. Solo alcuni di questi studi si sono riferiti a soggetti non-clinici e ancora meno si sono specificamente focalizzati sui cambiamenti emotivi che in genere si legano al progressivo raggiungimento degli stati contemplativi. Inoltre, alcuni autori lamentano la mancanza di riferimenti teorici adeguati per spiegare tali osservazioni empiriche che potrebbero aiutare i ricercatori ad interpretare gli effetti della meditazione sul benessere individuale. Tenendo tutto ciò in considerazione, si sono analizzati alcuni recenti lavori sulla meditazione in generale e in relazione ai cambiamenti emotivi che vi si associano. Essi suggeriscono che la broaden-and-build theory possa essere considerate un buon riferimento teorico per spiegare gli outcome cognitivi ed emotivi della pratica meditative in popolazioni non-cliniche.
meditazione; emozioni; risorse mentali; benessere; broaden-and-build theory
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/606952
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact